Classifica del 2014

Al termine dell’anno tiro le somme su cinque album pubblicati nel 2014 e che mettono al centro l’uomo e le sue potenzialità, lontani da quel pop superficiale – perché vuoto di contenuti – suonato stabilmente nelle radio. Nell’etere non li ascolterete mai, fatta qualche eccezione per gli U2 e i Subsonica presenti nella lista.

Le canzoni qui elencate non esaltano i precetti di una religione, casomai portano alla luce una tensione o una ricerca spirituale sui generis. La musica contemporanea soffre di vertigini, agli artisti non piace salire troppo in alto. Non si allontanano delle proprie certezze; e se ciò non li soddisfa cercano un senso a tutto in maniera istintiva e scomposta, sbirciando nell’aldilà con i piedi ben piantati nell’aldiquà. Si avvolgono in se stessi quando bisogna dare un nome a chi agita il lago calmo dell’anima. Andare oltre probabilmente spaventa. Manca loro una rivelazione, eppure sono inquieti e scavano nelle cose umane per trattenere nel mondo quell’eternità promessa altrove.

Cinque dischi per pensare sul mistero della vita e dell’amore, sulla reciprocità nei rapporti che ci umanizzano. La musica colta perpetua il tentativo di Icaro di volare in alto con ali di cera, ignorando il Sole e le sue conseguenze. Buona meditazione.

Read More…

Classifica del 2012

La ricerca spirituale nel 2012 risorge nella musica popolare e nell’hip hop, quest’ultimo un genere musicale pieno di autori che scrivono testi politicizzati, d’impegno sociale e pure metafisici. La playlist qui proposta segue il criterio del gusto personale e la solita lettura cristiana della musica. Afferma Giulio Ragno Favero de Il Teatro degli Orrori (presenti nella playlist): «Noi sappiamo benissimo di cosa parlano le nostre canzoni, ma la libera interpretazione è quell’elemento fondamentale che rende il testo efficace e vivo in tutte le sue dimensioni possibili» (via sentireascoltare.com). Ciò che accomuna i brani inseriti in questa classifica, secondo la mia libera interpretazione, è la tensione religiosa. In alcuni casi si arriva all’anticlericalismo, in altri si canta una resurrezione laica, in una canzone si palesa l’assenza di Dio. Nel bene e nel male, Dio e il Cielo sono sulla bocca di tutti.

Read More…