Rumori blasfemi

Brani avversi alla religione cristiana – e che inevitabilmente piacciono più di quelli “spirituali” – riempiono la discografia mondiale della musica pop e rock. Alcune canzoni suonano il mancato incontro con l’Aldilà oppure offrono una visione distorta di Dio. Ho pensato ad una playlist di canzoni irreligiose o irriverenti. Forse blasfeme, di sicuro prive di manifeste simpatie per Gesù ma cariche di tensione verso l’Alto. C’è chi lo raggiunge, mentre altri rinunciano a cercarlo. La musica vive di paradossi.

Read More…

Morte e risurrezione nel video più bello

Il 14 aprile 2006 andava in onda “Manchester Passion” (la Passione di Cristo a Manchester) sulla terza rete televisiva della BBC. Era il Venerdì Santo e la rete di stato britannica realizzò un musical religioso con le canzoni più famose delle rock band di Manchester e non solo. Tra i protagonisti di “Manchester Passion” (guardalo su YouTube) la talentuosa Denise Johnson nel ruolo della Vergine Maria, già Primal Scream nel celebre album “Screamadelica”; Tim Booth, leader e vocalist degli James, nei panni di Giuda. Fu un colpo di genio degli autori associare “Love Will Tear Us Apart” dei Joy Division alla scena biblica dell’Ultima Cena, “I Am The Resurrection” degli Stone Roses alla Resurrezione di Cristo o “Search For A Hero” dei M People a Maria che meditava su quel Figlio prossimo alla crocifissione. Lo “spettacolo” includeva la processione di una croce  per le vie della città. In diretta nazionale, la finzione teatrale si alternava alle testimonianze dei giovani in corteo che esaltavano la positività del sacrificio di Cristo crocifisso. La musica contemporanea mai è stata così vicina alla fede religiosa.

Read More…