Intervista a Francesco D’Acri

Francesco, la prima domanda che mi viene spontanea è una soltanto: quanto ti è costato incidere un disco di cover?

Sinceramente poco. L’idea di fare questo disco è nata dalla mia esperienza live. Sono anni, infatti, che ispirandomi ai folk singer ed ai buskers come Glen Hansard suono in giro per i locali e per le strade della Lombardia, proponendo cover e canzoni mie. Spesso la gente mi ringrazia per come ho interpretato questa o quella canzone ed allora ho deciso di fare un disco di cover. È stato quasi un passaggio obbligato. Quello che mi è costato veramente fatica è stato riuscire a ricreare su disco l’intensità di una interpretazione live, considerando anche che le voci le ho registrate in completa solitudine nella taverna di casa. Su brani come “Don’t let us get sick” o “Against the wind”, ad esempio, ho dovuto interiorizzare il significato della canzone per cantarla come se fosse mia… Read More…

La missione possibile su Facebook

L’attività principale dei passionisti è la Missione al Popolo. L’annuncio gioioso del Vangelo si svolge per due settimane in una parrocchia o in più parrocchie di una stessa diocesi. È richiesta dai parroci bisognosi di confermare i parrocchiani nella fede in Dio e di avvicinare i più lontani. I missionari coinvolti incontrano le famiglie, gli anziani e gli ammalati, i bambini e i giovani.

L’obiettivo di una missione è di facilitare o di ristabilire il rapporto tra Dio e i suoi figli. Qualche anno fa i religiosi più temerari andavano fuori le sagrestie per incontrare i giovani, ma le abitudini cambiano rapidamente. I giovani non abitano più la strada. I social media hanno cambiato la percezione dello spazio e del tempo. Le distanze oggi sono annullate e un dialogo si perpetua su un telefonino via chat, pur rimanendo chiusi in casa o muovendosi. Parlarsi faccia a faccia non è indispensabile. Basta andare su Facebook oppure usare Whatsapp o Viber o altre applicazioni per incontrarsi. La nuova piazza virtuale è autentica più di quanto possiamo immaginare. Lì i ragazzi stabiliscono veri rapporti di amicizia.

Read More…